Agrumi Biologici Jalari | Azienda Agricola Pietrini

 

Agrumi Biologici Pietrini

Produzione e vendita di agrumi biologici di Sicilia

L'azienda agricola biologica Jalari fondata nel 1992, basa la sua produzione di agrumi biologici attenendosi ai concetti di un'agricoltura sana e rispettosa della sua natura.

Posta all'interno del ParcoMuseo Jalari (in una superficie di circa 35 ettari), con la sua filosofia della bioarmonia è il luogo ideale per la nascita di arance e limoni biologici ed assolati che rispettano il ciclo produttivo ed originale della loro natura. Le tecniche colturali adottate, frutto di decennale esperienza e della costante collaborazione di agronomi specializzati nel settore biologico, sono mirate ad ottenere agrumi biologici unici ed esclusivi nel suo genere. Un ruolo importante viene anche svolto dal sistema di irrigazione a circuito chiuso, che mediante dei tubicini permette l'irrigazione automatica senza l'intervento dell'uomo, quindi risparmio economico ed idrico.
L’ecosistema dell’agrumeto, inoltre, è progettato partendo da un’accurata preparazione del terreno d’impianto curando attentamente tutte le fasi del processo produttivo fino alla scelta delle specie erbacee da consociare per favorire l’insediarsi degli insetti utili. Tutto questo senza trascurare i canoni di una produzione razionale e moderna.


Azienda Agricola Biologica JALARI

Importante è il ruolo che l'azienda svolge sul territorio nazionale, infatti da diversi anni "Jalari" è in stretta collaborazione con l'Associazione "Identità Immutate".
Attualmente i partner di "Identità Immutate" sono: la Provincia di Massa-Carrara (capofila); il Fermano nelle Marche; il nord-ovest del Salento (Lecce); le terre di Alcamo (Trapani); il ParcoMuseo "Jalari" di Barcellona P.G. (ME); le Comunità Montane della Penisola Sorrentina e della Costiera Amalfitana (Salerno); i produttori della montagna del Sud riuniti nel Consorzio Ater (Abruzzo e altre regioni); Sala Baganza di Parma; le Terre dei Forti e Valpolicella del Veneto; il comprensorio di Savigliano (Cuneo). Protagonisti, i prodotti del mito italiano, come agnello di Zeri, olio trapanese, sfusato amalfitano, maccheroncini di Campofilone e vini antichi.

L'Azienda agricola biologica "Jalari", tra l'altro, è sede giornaliera di incontri, stage e corsi di formazione, inoltre negli ultimi anni è stata presa in considerazione anche da diverse trasmissioni televisive regionali, nazionali e satellitari, quali: Geo & Geo, Ambiente Italia, Linea Verde, Italia che Vai, Sat 2000, etc.

Organismo di controllo e certificazione Suolo e Salute
Gli agrumi biologici prodotti dall'azienda agricola biologica "Jalari" sono garantiti da un marchio CE (Reg. CE 207/92) e da una certificazione rilasciata da "Suolo e Salute" (organo di controllo nel campo dell'agricoltura biologica) che ne garantisce l'origine e ne sottolinea la genuinità.

 

Azienda Agricola Biologica JALARI

Buono, pulito, giusto è il trinomio che riassume il pensiero dell’Azienda Agricola Biologica “Jalari”.

Buono. La bontà organolettica, che sensi educati e allenati sanno riconoscere, è il risultato della competenza di chi produce, della scelta delle materie prime, e di metodi produttivi che non ne alterino la qualità;

Pulito. L’Ambiente deve essere rispettato e pratiche agricole, zootecnoche, di trasformazione, di commercializzazione e di consumo sostenibili dovrebbero essere prese in seria considerazione. Tutti i passaggi della filiera agro-alimentare, consumo incluso, dovrebbero infatti proteggere gli ecosistemi e la biodiversità, tutelando la salute del produttore e del consumatore;

Giusto. La giustizia sociale va perseguita attraverso la creazione di condizioni di lavoro rispettose dell’uomo e dei suoi diritti e che generino un’adeguata gratificazione; attraverso la ricerca di economie globali equilibrate; attraverso la pratica della solidarietà; attraverso il rispetto delle diversità culturali e delle tradizioni.

La qualità Buona, pulita e giusta è un impegno per un futuro migliore.

La qualità Buona, pulita e giusta è un atto di civiltà e uno strumento per migliorare l’attuale sistema alimentare: tutti possono contribuire con le proprie scelte e i propri comportamenti individuali.

Buono, pulito e giusto: di alta qualità organolettica, preparati con tecniche ecocompatibili e in modi tali da garantire un'equa remunerazione del lavoro svolto. del movimento internazionale Slow Food e che ha trovato la sua massima consacrazione nelle comunità del cibo rappresentate